Home > Prodotti > Prestiti personali Bancoposta di Poste Italiane: guida completa al Prestito Banco Posta

Prestiti personali Bancoposta di Poste Italiane: guida completa al Prestito Banco Posta

L’universo dei prestiti personali Bancoposta è alquanto vasto e offre una diversità di soluzioni ai richiedenti che vogliono realizzare i propri progetti e soddisfare necessità urgenti a seconda dei bisogni del singolo utente. Poste Italiane ha conquistato ampie fette di mercato nel corso degli ultimi anni offrendo flessibilità, tassi competitivi e soluzioni personalizzate, pertanto le richieste di credito sono sensibilmente aumentate: vediamo allora in dettaglio i prodotti che costituiscono i prestiti Bancoposta, le caratteristiche peculiari e le condizioni di finanziamento di ognuno di essi, a chi si rivolgono e quale documentazione è necessaria per accedere all’erogazione del credito.

poste italiane

Prestito personale BancoPosta

Iniziamo la nostra disamina con il classico Prestito BancoPosta, attraverso cui i richiedenti possono ottenere importi compresi tra i 2mila e i 30mila euro da restituire con un piano di ammortamento che può durare dai 12 agli 84 mesi. I requisiti accedere al prodotto sono quelli standard, ovvero residenza in Italia e un reddito da lavoro o pensione dimostrabile, a cui vanno aggiunti come documentazione copia di un documento di identità e codice fiscale. Per richiedere e ottenere il prestito BancoPosta

basta recarsi in un ufficio postale anche di sabato muniti della documentazione necessaria sopra descritta. In caso di esito positivo alla richiesta il capitale può essere erogato in diverse modalità: accredito su Conto Bancoposta o altro conto corrente per chi non è cliente di Poste Italiane, oppure in alternativa accredito su PostePay Evolution o su libretto per i titolari di libretto postale, ed anche in contanti direttamente presso l’ufficio postale, ma solo per somme fino a 10mila euro. Il rimborso viene effettuato attraverso il pagamento di rate mensile mediante pagamento di bollettini o tramite addebiti mensili su conto corrente o PostePay Evolution.

Prestito personale BancoPosta Flessibile

L’evoluzione del classico prestito personale BancoPosta ha portato a un nuovo prodotto di finanziamento più personalizzabile e adattabile alle esigenze del cliente: è il Prestito BancoPosta Flessibile, attraverso cui il beneficiario ha la possibilità di modificare l’importo della rata oppure di spostarla al termine del finanziamento. I capitali erogati vanno da 3mila a 30mila euro e sempre con piani di ammortamento di durata compresa tra 12 a 84 mesi, ma in questo caso possibile prorogare fino a 108 mesi. Ai requisiti già visti per richiedere il prestito BancoPosta Flessibile bisogna aggiungere

la titolarità di un conto BancoPosta o di un libretto postale. La versione flessibile del prestito BancoPosta infatti non è aperta ai clienti di altre banche, e l’erogazione del capitale, una volta terminata positivamente la procedura di valutazione, avviene attraverso accredito diretto su conto BancoPosta o su altro conto corrente ma solo per i titolari di libretto postale. I titolari di conto Bancoposta possono come abbiamo detto richiedere l’allungamento fino a 9 anni, ovvero 108 mensilità, esercitando l’opzione di cambio o salto rata nel corso del proprio piano di ammortamento concordato.

Prestito BancoPosta Consolidamento

Vediamo adesso altre tipologie di prestito personale BancoPosta destinate invero ad essere soluzioni a problemi e necessità specifiche del cliente: è il caso ad esempio del Prestito BancoPosta Consolidamento, il prodotto destinato ad aiutare un utente alle prese con più finanziamenti in corso, il quale attraverso questo prestito può vedersi riunite le scadenze dei vari finanziamenti in un solo impegno mensile, ottenendo in aggiunta anche ulteriore liquidità per realizzare un nuovo progetto. Con il Prestito BancoPosta Consolidamento

è possibile ottenere importi da 3mila a 50mila euro con una durata che va dai 36 ai 96 mesi. I requisiti per accedere al credito sono sempre gli stessi, l’importo viene erogato in un’unica soluzione con accredito sul conto BancoPosta del richiedente e addebito delle rate mensili sul medesimo conto.

Prestito BancoPosta Acqusito Casa

Come alternativa al mutuo, il Prestito BancoPosta Acquisto Casa, può offrire una soluzione di finanziamento per chi vuole acquistare un immobile e non ricorrere pertanto al finanziamento standard più utilizzato in questi casi, ma tale prodotto può essere utilizzato anche per acquistare un garage o una cantina. L’importo che si può ottenere va dai 10mila ai 60mila euro e la durata va dai 36 ai 120 mesi, e come requisiti, accanto ai documenti generici quali copia del documento di identità, attestazione di reddito e codice fiscale o tessera sanitaria, si deve aggiungere il compromesso registrato oppure l’atto di acquisto dell’immobile. L’erogazione del prestito BancoPosta Acquisto Casa

avviene in un’unica soluzione con accredito su Conto BancoPosta e il rimborso mediante addebito delle rate mensili ad importo fisso. Questo tipo di opzione può risultare molto utile per chi necessita di cifre più contenute e vuole o può rimborsare la cifra in durate inferiori rispetto a quanto avverrebbe con il normale mutuo.

Prestito BancoPosta Ristrutturazione Casa

Un prodotto analogo a quello della compravendita di un immobile è il prestito personale BancoPosta riservato ai titolari di conto corrente presso Poste Italiane che hanno intenzione di rinnovare o ristrutturare la propria abitazione attraverso un finanziamento denominato Prestito BancoPosta Ristrutturazione Casa. Il prestito BancoPosta Ristrutturazione Casa  prevede l’erogazione di un importo fino a 60mila euro che possono essere impiegati per vari tipologie di lavori, che vanno

dall’ampliamento dei vani interni ed esterni fino all’installazione di pannelli solari o fotovoltaici, oppure l’acquisto di mobili ed elettrodomestici. Ricordiamo inoltre che parte delle spese sostenute per questo tipo di acquisti possono essere detratte usufruendo delle agevolazioni fiscali previste dalla legge di Stabilità. La durata del prestito Ristrutturazione di Poste Italiane va dai 36 ai 120 mesi, e oltre alla documentazione standard si devono aggiungere i preventivi di spesa o il buono d’ordine dei prodotti acquistati. La somma viene erogata in un’unica soluzione con accredito su conto BancoPosta e il rimborso delle rate mensili di ammortamento avviene mediante l’addebito sul medesimo conto.

Prestito Quinto BancoPosta

Nella gamma di prodotti che costituiscono i prestiti personali BancoPosta non possono certamente mancare formule di finanziamento con cessione del quinto dello stipendio o dell’assegno previdenziale, riservate a dipendenti pubblici e pensionati: il Quinto Banco Posta presenta inoltre il vantaggio di poter essere richiesto anche senza essere titolari di conto corrente presso Poste Italiane, e come tutte le cessioni del quinto prevedono

una trattenuta diretta della rata mensile da parte di Poste Italiane allo stipendio o pensione del beneficiario come modalità di rimborso, per un importo pari a un quinto del reddito complessivo. Inoltre non vi sono spese aggiuntive e sono previste rate fisse mensili a partire da 50 euro sia per i pensionati che per i dipendenti pubblici, tutte le coperture assicurative sono a carico di Poste Italiane, e infine il Quinto BancoPosta può essere utilizzato anche per estinguere altri finanziamenti.

Mini Prestito BancoPosta

Mini Prestito BancoPosta è un finanziamento di piccolo importo che può essere richiesto dai titolari di Carta PostePay Evolution, attraverso cui è possibile ottenere capitali a cifra tonda di 1000, 2000 o 3000 euro da rimborsare entro 22 mesi. Per accedere a Mini Prestito BancoPosta bisogna essere titolari

di una Carta PostePay Evolution e avere un’età compresa tra i 18 e i 70 anni alla data della richiesta. I documenti richiesti per la concessione del prestito personale sono copia del documento di identità, attestazione di reddito fisso e la tessera sanitaria o codice fiscale, mentre i cittadini stranieri devono presentare in aggiunta un passaporto, una carta o permesso di soggiorno valido, più un documento che garantisca che si risiede in Italia da 12 mesi, per i lavoratori dipendenti, o 36 mesi per quelli autonomi. L’importo viene erogato in una volta sola sulla Carta PostePay Evolution, mentre l’addebito delle rate mensili può avvenire sia sulla Carta che attraverso il conto corrente postale.

Prestito BancoPosta Auto e Moto

Altre forme di prestito personale BancoPosta pensati per progetti specifici sono il Prestito BancoPosta Auto e il Prestito BancoPosta Moto. Il primo è come si evince chiaramente dal nome il finanziamento ideale peri clienti BancoPosta che vogliono acquistare una macchina, nuova o usata, il secondo invece è finalizzato all’acquisto di una moto. Con il prestito BancoPosta Auto è possibile ottenere

una cifra che va da 7.500 a 30mila euro con piani di ammortamento di durata dai 30 agli 84 mesi, mentre con l’altro prodotto l’importo ottenibile va da 5mila a 20mila euro da rimborsare in 24 o 48 mesi. Ai classici requisiti e documentazione bisogna aggiungere il preventivo di acquisto dell’automobile o della moto intestato al richiedente ed emesso da un concessionario o rivenditore su carta intestata.

Come richiedere prestiti personali BancoPosta

Come richiedere prestiti personali BancoPosta? Oltre a potersi recare presso l’ufficio postale più vicino, portando con sé la documentazione necessaria affinché l’ente erogatore valuti il prima possibile la propria domanda di finanziamento, si può anche effettuare richiesta di prestito BancoPosta on line, basta compilare il modulo con i propri dati personali attraverso il sito ufficiale di Poste Italiane nella sezione dedicata, e scoprire in questo modo anche i tassi di interesse applicati al finanziamento, da confrontare eventualmente con altri preventivi sfruttando i vari simulatori on line presenti sul web. Va inoltre specificato che da gennaio 2017 è diventato

più semplice richiedere prestiti personali on line con Poste Italiane, grazie al rinnovamento grafico e delle procedure presenti nell’area sul sito web dedicato ai finanziamenti BancoPosta. In particolare proprio i prestiti on line rispetto a quelli classici hanno una procedura più immediata e  una tempistica più rapida rispetto a prima, al passo con l’evoluzione tecnologica dei nostri giorni.

Conclusioni

Dall’analisi dei prodotti di prestito personale BancoPosta emerge come le soluzioni di finanziamento proposte da Poste Italiane siano in grado di soddisfare ogni tipo di esigenza e necessità della clientela, sfruttando forme di flessibilità nei tempi e nei modi dei piani di ammortamento, come nell’erogazione dei capitali richiesti, soprattutto per chi è già correntista di Poste Italiane, ma anche chi è cliente di altri istituti di credito può trovare delle opportunità che fanno al caso proprio.

I prestiti personali BancoPosta presentano tassi di interesse in linea con quanto offre il mercato vigente, sia sotto il profilo del Tasso Annuo Nominale (TAN) del finanziamento, sia dal punto di vista dei costi complessivi espressi dal TAEG, ovvero il Tasso Annuo Effettivo Globale, rappresentando dunque una valida opzione per tutti gli interessati alla ricerca di capitale per realizzare i propri progetti.